I Graffiti

Cosa sono i graffiti?
Sono disegni o incisioni su rocce, pareti e mura antiche.
Il termine deriva dalla parola greca graphèin da cui deriva il termine scrivere (grafia), ma anche “graffiare” (derivazione che passa dalla lingua latina).
Questo perché “scrivere” e “incidere”, un tempo, erano sinonimi.vignette Graffiti1
I graffiti, detti anche “arte rupestre” perché realizzati su roccia, sono tra le immagini più antiche create dall’uomo tra quelle ritrovate.
Celebri sono i dipinti delle grotte di Altamira, in Spagna che, come in tanti altri casi, riportano immagini di grandi animali selvaggi, quali bisonti, cavalli, orsi, cervi.
Queste grotte sono state definite dall’archeologo francese, Joseph Déchelette: “la Cappella Sistina della preistoria”!
AltamiraBison vignette Graffiti2
Molti siti archeologici che riportano pitture rupestri sono chiusi al pubblico perché l’alto numero di visitatori aveva cominciato a causare il deterioramento delle immagini… ma tantissimi sono ancora visitabili.
Tutta l’Europa è piena di graffiti di ogni genere, e tantissimi ritrovamenti sono stati fatti in Italia, soprattutto nelle zone montane.

Però incisioni e dipinti sui muri non appartengono unicamente all’epoca preistorica, anche nei resti della città romana di Pompei sono state trovate incisioni sui muri della città risalenti a due millenni orsono.
Alcune di esse sono inneggiamenti ai combattimenti nell’arena, come oggi qualcuno scrive sui muri che una squadra di calcio è più forte di un’altra.

vignette Graffiti3
Abbiamo anche molti ritrovamenti in antiche costruzioni, lasciate da chi li ha costruiti, da chi ci ha abitato, o da chi è stato costretto a passarci del tempo, annoiandosi… dalle piramidi ai castelli scozzesi!

vignette Graffiti4
Le scritte sui muri possono essere vandalismo, come accade in gran parte dei casi, ma anche vere opere d’arte: la cosiddetta street art.

mto-13

Condividi: