Rugby Subacqueo

Bau, cuccioli!
Come state?
Fate regolare esercizio fisico?
La ginnastica, il gioco e lo sport sono importanti perché aiutano a muoversi e a restare in forma.

Giochi e sport come il nuoto, il basket, il calcio, la pallavolo, il pattinaggio e molti altri dovrebbero essere parte integrante della vita di ognuno di noi.
I cuccioli che praticano una qualsiasi disciplina motoria, di norma, hanno anche la possibilità di trovare diversi amici con i quali condividere le vittorie e talvolta le sconfitte.
A tal proposito: siete stufi dei soliti giochi? Di “banali” attività sportive come il basket, la pallavolo, il calcio…?
Avreste voglia di giocare a qualcosa di nuovo?
Oltre agli sport che seguiamo quotidianamente, esistono tante discipline sportive, alcune anche estreme, delle quali la cronaca parla di meno e per questo motivo sconosciute a molti.
Nonostante questi sport possano essere pericolosi, per curiosità è bello sapere che esistono e scoprire le loro regole.

Questi sport, seppur non molto popolari, hanno dei veri campionati e tradizioni storiche interessanti…

Partiamo quindi alla scoperta di questi “strani” sport…cominciando dal…

RUGBY SUBACQUEO

Unterwasser_Rugby
È nato a Colonia, in Germania, nel 1961.
Le palestre che insegnavano immersione per i futuri sub avevano un problema: ogni anno, le lezioni erano piene d’iscritti in estate ed erano praticamente deserte nei mesi freddi.

Un allenatore ebbe l’idea di creare uno sport subacqueo che facesse venire voglia ai soci del suo club di immergersi tutto l’anno.

Divise una piscina in due parti, come fosse un campo da gioco.
Mise due canestri alle estremità e fece affondare una palla riempiendola di acqua salata.

Scopo del gioco? Due squadre devono rubarsi la palla e tentare di gettarla nel canestro avversario, rigorosamente restando sott’acqua.

Inizialmente le partite venivano usate come riscaldamento, prima di cominciare gli allenamenti veri e propri ma piacque talmente tanto come idea anche agli altri club d’immersione che in pochi anni cominciò ad esserci un vero campionato nazionale, e una federazione riconosciuta già dal 1972.
Squadre da dodici giocatori, sei in acqua e sei pronti a dare il cambio.
Piscine da tre metri e mezzo di profondità minima fino a cinque metri di profondità massima.
Due tempi da quindici minuti per uno sport molto giocato ma poco conosciuto.

Ma è solo il primo di cui vi parlerò.
A presto con gli sport più strani del mondo!

Condividi: